Post postato a posteriori

Autore: iBaby
Blog: iBaby
Data: 16 agosto 2004

Questo post non e’ del 16 agosto. Il 16 agosto questo blog ancora non esisteva.
Ma la nostra avventura e’ iniziata proprio quel 16 agosto, giorno del mio trentacinquesimo compleanno.
“Vorrei essere ovunque, ma non in questa prigione.
Detesto questa stanza, detesto questo reparto, detesto questo ospedale.
Eppure devo stare qui.
Una prigione.
Al solito mi sono svegliata all’alba.
Un po’ il caldo, un po’ la sciatica, un po’ l’esasperazione figlia di questi cinque giorni di ricovero.
Il malumore serpeggia in ogni fibra del mio essere.
Cinque giorni delle mie ferie passati in ospedale, ferragosto passato in ospedale, il mio compleanno da passarsi in ospedale.
Soliti gesti, soliti riti.
Minuti che passano lenti in attesa del niente.
Perche’ sembra che il momento del parto, imminente da giorni, non debba arrivare mai.
Ennesimo monitoraggio, ennesima ecografia.
Di liquido amniotico non ce n’e’ proprio piu’.
Chiamiamo la cardiochirurgia pediatrica, se loro danno l’all clear in serata facciamo il cesareo.
Torno in reparto, Federico mi sta aspettando con il mio regalo di compleanno e una colazione speciale (due merendine Kinder, una meraviglia rispetto al becchime ospedaliero!), non faccio in tempo a dargli la notizia che la caposala mi dice di prepararmi che mi aspettano in sala operatoria… MI ASPETTANO? ma non doveva essere per il tardo pomeriggio?
E allora eccoci qui, gia’ immersi in una nuova avventura prima ancora di finire la vecchia.
Sono le 12.37… e’ nato… come lo chiamiamo?
– Cesare, un nome da condottiero. Un nome da vincitore. Ti servira’, piccolo mio…
Lo portano via. So che non lo vedro’ piu’ per un qualche giorno.
Altro reparto, Altro padiglione.
Truncus Arteriosus si chiama il suo male. 3 casi su 10.000 bimbi nati.
Il prossimo lancio di dadi sara’ l’intervento al cuore del nostro piccolo Cesare.
Speriamo che sia piu’ fortunato.”

Annunci

I commenti sono chiusi.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: