Anno Nuovo

novembre 29, 2007

Autore: ZipDiPunto
Blog: BlogStation
Data: 2 Gennaio 2006

Benvenuti alla Stazione, con il 2006 è tempo di rinnovamento, guardiamo avanti e vediamo questo blog che d’ora in poi diventerà un punto di riferimento (almeno per me).
Sarebbe bello iniziare con un post che vi faccia capire cosa c’è in questo blog cosa scriverò io e cosa scriverà Robin, ma ancora non ho ben chiaro cosa scrivere in questo post quindi.
Allora per prima cosa andiamo con le faq.
Perchè si chiama BlogStation? Aaa bella domanda, allora la Stazione è un luogo dove passa di tutto e passano un sacco di persone che per un attimo condividono un luogo di attesa/di partenza/di arrivo.
Noi siamo i capistazione scriviamo delle cose che passano di qua, in modo da indirzzarvi sul binario giusto.
Altra domanda, chi sono io? Cos’è una domanda esistenziale? no perchè io alle domande pseudo filosofiche non so rispondere, io sono Zip D. “quello monotematico con il malditesta con la tipica fantasia di un ragioniere” ma ci conosceremo più in là.
Saluti


Robiiiin Supiiiiiiin!

novembre 27, 2007

Autore: R0bin
Blog: BlogStation
Data: 2 Gennaio 2006

Konnichi wa!
Le strade del signore sono infinite… quelle di internet lo sono ancor di più. Ed eccomi emergere dal torbido mare della rete come cogestore di questo blog. Un sussurro nel rumore telematico, udibile solo con orecchie d’elfo. In questo nessun-dove il mio nome è Robin. Ho il petto rosso e vi guardo dal nido. Il mondo visto da qui è strano, per cui mettete da parte il modo in cui pensate di conoscerlo. E preparatevi a stupirvi.
Con berretto e paletta vi accoglierò nella nostra stazione. Che la vostra permanenza sia più breve d’un sbatter d’ali o durevole come la roccia poco importa, perchè qui il tempo non esiste.
Che altro aggiungere? Un bel silenzio non fu mai scritto, no? Per cui bando alle parole. Facciamo un respiro profondo e buttiamoci in questa avventura.
See ya!


In Limine – Aspettarsi l’inaspettabile

novembre 23, 2007

Autore: Clindina
Blog: In Limine
Data: 19 Settembre 2006

L’AGAVE SULLO SCOGLIO
Scirocco

O rabido ventare di scirocco
che l’arsiccio terreno gialloverde
bruci;
e su nel cielo pieno
di smorte luci
trapassa qualche biocco
di nuvola, e si perde.
Ore perplesse, brividi
d’una vita che fugge
come acqua tra le dita;
inafferrati eventi,
luci-ombre, commovimenti
delle cose malferme della terra;
oh alide ali dell’aria
ora son io
l’agave che s’abbarbica al crepaccio
dello scoglio
e sfugge al mare da le braccia d’alghe
che spalanca ampie gole e abbranca rocce;
e nel fermento
d’ogni essenza, coi miei racchiusi bocci
che non sanno più esplodere oggi sento
la mia immobilità come un tormento.

Eugenio Montale

Questo blog sarà anche i libri che ho letto, la musica che mi accompagna tutti i giorni, i film che ho visto e che vedrò, i luoghi che ho visitato e i viaggi che voglio compiere.
Questo blog sarà fatto anche di momenti con gli amici, di lunghe telefonate, di incontri e appuntamenti improvvisi.
Questo blog sarà un quello che sono io …. come un’agave che si abbarbica su uno scoglio.
LINDA


Incipit

novembre 19, 2007

Autore: Eloisa
Blog: Diario impudico
Data: 23 Gennaio 2007

Così io dico, adesso, che voglio un diario impudico, a gambe aperte e come viene viene.
(E sì, quella in alto a destra sono io. E’ amore sfrenato quando, se è lui a fotografarvi, voi vi sentite belle, bellissime – assolutamente.)


Si parteeeeeeeeeee!!

novembre 15, 2007

Autore: LaDivina
Blog: La Divina
Data: 21 Aprile 2005

Ah, davvero?
E come?
A piedi? In treno? In bici?
Con una tastiera, ovvio!!
Ecco! Questo è un esempio di mio monologo surreale e folle!!
Dopo il forum e il sito..ecco il blog!!
Perché mi incuriosiscono e mi stimolano così tanto questi mezzi di comunicazione?
Comunicazione? Ho scritto proprio così?
E con chi comunico?
A volte mi convingo del fatto che sia una sorta di comunicazione soprattutto con me stessa, un voler affrontare di continuo nuove sfide!!
Vediamo che ne esce!!
Siori e siore, allacciate le cinture, si parteeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeee!!


………….

novembre 13, 2007

Autore: MaghettaStreghetta
Blog: Giulia@Maghetta Streghetta
Data: 22 Luglio 2004

La sua mollettina per i capelli preferita nelle ultime settimane era stata l’unica compagna dei suoi capelli sciolti e disperati.Nessuno li ha accarezzati tranne lei .Due settimane che lei non vede il sole, ma e’ anche passato piu’ tempo in passato.

Gliela aveva portata mamma per legare un po’ di quel dolore .Li ha legati mentendo a se stessa ; come se bastasse e compensasse quelle carezze mancate.Nel letto buio la mamma e’ entrata improvvisamente arrabbiata , ha aperto le finestre urlando quel “basta!”che ferisce ed il sole e’ entrato.

Quella molettina che lei pensava da due settimane essere con riflessi neri improvvisamente assume dei colori blu notte.Le lacrime scendono e capisce che al buio non vede bene la realta’ .Che sono tutte bugie, e che un po’ di sole in effetti non le farebbe proprio male.


Presentazione

novembre 10, 2007

Autore: Valealsole
Blog: Vale oggi
Data: 13 Luglio 2005

Allora, eccomi qui.
Avrò a brevissimo 27 anni e mi sento un po’ vecchia, specialmente perchè mi sembra di non aver raggiunto nessuno dei miei obiettivi di vita.
Dieci anni fa, se mi avessero chiesto come pensavo sarei stata dopo 10 anni avrei detto:avrò una casa, un fidanzato stupendo,una bella carriera che mi farà guadagnare una fortuna.
Invece sto in affitto in una casa che dovrei ricostruire da capo ma mi oppongo perchè la padrona di casa è insopportabile, non solo non sono fidanzata, ma me ne piace non più di uno all’anno (e quest’anno mi sono già giocata il jolly), e solo da poco sono stata assunta dopo 1000 e più fatiche con lo stipendio base/fame.
Ma io non demordo.